28 Settembre 2020

AYURVEDA: consigli per una sana alimentazione

IL CIBO DAL PUNTO DI VISTA AYURVEDICO

La qualità della vita di una persona è dipendente da una corretta alimentazione e dall´esercizio fisico. Per vivere l´uomo ha bisogno di aria, acqua e cibo. Secondo i testi Ayurvedici, il cibo dovrebbe essere preso nella appropriata quantità che dipende dalla capacità digestiva.
La quantità appropriata di cibo è considerata quella che può essere digerita senza alterare lo stato di normalità.

Inoltre l´Ayurveda afferma che una persona può avere diversi poteri di digestioni in momenti diversi della giornata. Si dovrebbe mangiare soltanto quando il pasto precedente è stato digerito, perché, se si mangia durante la digestione, i prodotti del pasto precedente, mescolandosi con quelli del pasto successivo, alterano velocemente tutti i Dosha (umori corporei). Al contrario, quando si mangia dopo che il pasto precedente è stato digerito, il cibo ingerito promuove la longevità senza alterare nessun dhatu (tessuto).

L'alimentazione dovrebbe essere appropriata, ovvero tener conto di una serie di fattori, tra cui il proprio tipo costituzionale, l'età, la professione svolta, la stagione dell'anno ed anche i diversi orari del giorno.

La dietetica Ayurvedica si basa su alcuni principi fondamentali, che sono i seguenti:

1. È importante ciò che si mangia, ma è ancora più importante come lo si digerisce.
Possiamo ingerire del nettare, ma se non siamo in grado di digerirlo si trasformerà in veleno.
Nell'Ayurveda il potere digestivo ha un nome ben preciso: Agni. Come abbiamo visto in precedenza esistono differenti suddivisioni di Agni, per l'esattezza tredici. Il più importante degli Agni è chiamato Jathara Agni ed ha sede nello stomaco e nel duodeno.

2. Non esiste un tipo di dieta adatta per tutti. Individui differenti hanno esigenze differenti.
Il fattore della variabilità individuale è molto importante. Inoltre esistono elementi di variabilità collettiva legati a particolari condizioni socio-climatiche. Il modello di alimentazione tradizionalmente usato in una regione è il più congeniale agli abitanti di quella terra, mentre l'imitazione non ragionata di modelli provenienti da altre zone può avere effetti deleteri.

3. Il sapore (rasa) di ogni alimento è strettamente collegato alle sue proprietà nutrizionali.
Il termine Rasa indica il gusto posseduto da una sostanza, sia essa alimento o medicina. Dal gusto si può risalire così alle proprietà nutrizionali.
Secondo i testi classici i Rasa sono sei: Dolce (Madhura) - Acido (Amla) Salato (Lavana) Piccante (Katu) - Amaro (Tikta) - Astringente (Kashaya).

I sei sapori esercitano un'influenza specifica sui tre Dosha, riassunta nello schema che segue:
DOLCE: accresce Kapha, pacifica Vata e Pitta.
ACIDO: accresce Kapha e Pitta, pacifica Vata.
SALATO: accresce Kapha e Pitta, pacifica Vata.
PICCANTE: accresce Pitta e Vata, pacifica Kapha.
AMARO: accresce Vata, pacifica Kapha e Pitta.
ASTRINGENTE: accresce Vata, pacifica Kapha e Pitta.

L'alimentazione risulterà veramente equilibrata se tutti e sei i sapori sono presenti nella dieta, possibilmente ad ogni pasto, o altrimenti almeno una volta al giorno.
La proporzione relativa dei sei sapori nella dieta di ognuno va stabilita in base alla costituzione individuale ed alla stagione dell'anno.

4. La preparazione degli alimenti ne influenza in maniera determinante le proprietà.
Il modo in cui si preparano gli alimenti è molto importante, perché può influenzarne le proprietà. In generale l'Ayurveda dà la preferenza ai cibi cotti e sconsiglia di consumare molti alimenti crudi.
La cottura non deve essere eccessiva per non impoverire troppo gli alimenti del loro valore nutritivo.
Comunque, una piccola quota di alimenti crudi nella dieta sotto forma di vegetali, frutta fresca e secca, è utile perché apporta dei principi vitali. Per favorirne la digestione, gli alimenti crudi andrebbero consumati preferibilmente all'inizio dei pasti.
L'uso sapiente delle spezie, inoltre, contribuisce ad aumentare ed esaltare i sapori, oltre alla digeribilità delle pietanze. Ancora oggi in India è tradizione usare delle spezie per la preparazione degli alimenti in sintonia con l'antica conoscenza dell'Ayurveda.







Corso di Massaggio Ayurvedico

Il Massaggio Ayurvedico per proporre il più importante metodo di trattamento del benessere, utile a ritrovare l’equilibrio Energetico, Fisico e Mentale.
Un corso per diventare Professionisti del Massaggio conciliando tempo, denaro e corsi di qualità.
Tutto questo è possibile grazie ad una formula innovativa che prevede l’organizzazione delle lezioni comodamente da casa grazie alla sinergia tra libro di testo, video, schede di valutazione teorico-pratiche e la costante supervisione dell’Insegnante.


INFO AL 320-7850956 O SCRIVENDO A info@karmamarga.it

INFO CORSI MASSAGGIO AYURVEDICO - CONTATTI

Per info o iscrizione al Corso di Massaggio Ayurvedico telefonare al 320-7850956 o scrivere a:
ayurveda@karmamarga.it

A.S.D. KARMA MARGA
Via G. Puccini n. 44 - Casamassima (Bari)
iscritta al registro delle imprese REGISTRO NAZIONALE C.O.N.I. n. 178116
C.F 93421490728
Tel. 320/7850956
info@karmamarga.it